• Ven. Lug 1st, 2022

Whatsapp: messaggistica e criptovalute.

Dopo il metaverso, la multinazionale di Zuckemberg annuncia un’altra novità: si potranno scambiare criptovalute su Whatsapp. E’ iniziata la fase di test per l’utilizzo della moneta del futuro come tramite per scambiarsi denaro.

Il servizio di messaggistica ha annunciato questa settimana che sta sperimentando una nuova funzionalità che consente agli utenti di inviare denaro senza pagare commissioni. Il nuovo servizio di pagamento segna un altro esempio di come le valute digitali stanno diventando più accettate nella scena finanziaria globale.

La funzionalità di crittografia sarà supportata da Novi, un portafoglio digitale lanciato di recente di proprietà della società madre di WhatsApp Meta (ex Facebook). Novi permette agli utenti di inviare denaro in tutto il mondo. La società ha iniziato a testare Novi sei settimane fa tra un gruppo selezionato di utenti in Guatemala e negli Stati Uniti. In un tweet congiunto, il CEO di WhatsApp Will Cathcart e il CEO di Novi Stephane Kasriel hanno affermato che Novi sarà disponibile per alcuni utenti di WhatsApp, per lo scambio di criptovalute.  

Whatsapp, non solo messaggi

“Le persone usano WhatsApp per coordinare l’invio di denaro ai propri cari e ora Novi li aiuterà a farlo in modo sicuro, istantaneo e gratuito”, ha twittato Cathcart.

Chiunque utilizzi Novi nel periodo di prova invierà denaro tramite US Pax Dollar (USDP), una criptovaluta regolamentata emessa dalla società blockchain Paxos Trust di New York. L’USDP è progettato per essere collegato al valore del dollaro, secondo il sito Web Novi, come un modo per evitare il tipo di volatilità dei prezzi  associata a Bitcoin e altre criptovalute. Un dollaro Pax è uguale a un dollaro USA. Gli utenti aggiungono denaro al proprio account Novi tramite l’app gratuita, che converte automaticamente quei dollari USA in Pax. 

Gli utenti con accesso a WhatsApp-Novi possono selezionare la funzione premendo l’icona di una graffetta, quindi selezionando Pagamento. Non ci sono commissioni per inviare o ricevere denaro e non c’è limite al numero di pagamenti che possono essere effettuati, ha affermato Novi. Pagare con Whatsapp con criptovalute sarà più semplice che mai.

Non è chiaro quali siano le ambizioni a lungo termine di Meta per Novi, ma se il servizio rimanesse, si unirebbe a un mercato già affollato di app di trasferimento di denaro come l’app Zelle, Venmo e Cash. 

Kasriel ha affermato che il test pilota di Novi ha permesso all’azienda di “imparare quali caratteristiche e funzionalità sono più importanti per le persone e concentrare i nostri sforzi per renderle ancora migliori”. Kasriel e Cathcart non hanno fornito una tempistica per quando il servizio potrebbe essere aperto a tutti gli utenti o essere reso disponibile in altri paesi.

L’uso delle criptovalute da parte di Meta risale a due anni fa, quando Facebook ha  avviato la propria valuta digitale chiamata Libra. Il progetto Libra ha attirato un attento esame da parte del governo federale e alla fine è stato ridimensionato a un guscio di ciò che intendeva essere. Successivamente rinominato Diem, è stata la valuta proposta per il lancio di Novi fino a quando i problemi normativi non hanno costretto Meta a passare a Pax. 

Perché Meta vuole una sua criptovaluta?

Questa non è in realtà la criptovaluta di Facebook. È un progetto della Diem Association, che Facebook ha originariamente co-fondato come Libra Association. L’associazione fungerà da autorità monetaria per la criptovaluta. Dice che il suo scopo è “dare potere a miliardi di persone”, citando 1,7 miliardi di adulti senza conti bancari che potrebbero usare la valuta.

Ma Facebook ha il proprio interesse nel denaro digitale che precede Diem. Il social network ha gestito per circa quattro anni una valuta virtuale , denominata Crediti, come mezzo per effettuare pagamenti sui giochi giocati all’interno di Facebook. Mark Zuckerberg, CEO di Facebook, ha affermato che inviare denaro online dovrebbe essere semplice come inviare foto. Diem è progettato per rendere più facile ed economico per le persone trasferire denaro online, il che potrebbe anche attirare nuovi utenti sul social network. Ma Zuckerberg ha riconosciuto che far sì che le persone utilizzino le criptovalute probabilmente avvantaggerebbe Whatsapp rendendo la pubblicità sul social network più desiderabile e, quindi, più costosa.

Facebook potrebbe anche avere altri piani per la criptovaluta. La consociata Novi gestisce un portafoglio per detenere e utilizzare la valuta digitale e afferma che la sua missione è “aiutare le persone in tutto il mondo ad accedere a servizi finanziari a prezzi accessibili”. Gli analisti di RBC Capital Markets hanno affermato che tali servizi includeranno probabilmente giochi e commercio.

Facebook avrà il controllo diretto su Diem?

No. Facebook è uno dei membri della Diem Association, l’organizzazione no profit che fungerà di fatto da autorità monetaria per la valuta. (L’iscrizione a Facebook avviene tramite Novi.) L’associazione spera di raggiungere i 100 membri , la maggior parte dei quali pagherà 10 milioni di dollari per portare avanti il ​​progetto. Ogni membro ha lo stesso voto nell’associazione, quindi Facebook tecnicamente non avrà più voce in capitolo sulle decisioni dell’associazione rispetto a qualsiasi altro membro.

Detto questo, Facebook ha svolto un ruolo fuori misura nelle fasi iniziali del progetto. Dopo il lancio del network, afferma Facebook, il ruolo e le responsabilità del social network saranno gli stessi di qualsiasi altro membro fondatore.

Novi arriva in un momento in cui i dollari della Pax e altre valute digitali stanno iniziando a conquistare più investitori statunitensi. Bitcoin ha  raggiunto un prezzo record  di quasi $ 50.000 a febbraio, in parte perché più aziende lo stanno accettando come forma di pagamento. 

Anche Ethereum e dogecoin hanno raggiunto prezzi record all’inizio di quest’anno, mentre celebrità come Snoop Dogg, Paris Hilton, Kanye West sponsorizzano una cripto. Tuttavia, un nuovo sondaggio ha rilevato che le criptovalute altamente volatili non siano una buona opzione per la maggior parte degli investitori al dettaglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *