• Sab. Ott 1st, 2022

La recessione più controintuitiva di sempre

recessione

A febbraio l’economia statunitense andava avanti bene con un tasso di disoccupazione ben al di sotto del 4%.

Poi la pandemia ha colpito le nostre vite.

E l’economia è stata messa in quarantena.

Quindi il tasso di disoccupazione è salito a quasi il 15%.

Ora è tornato a scendere più vicino al 10% e probabilmente sarà inferiore al 10% entro questo mese:

Quando ti fermi a pensare a come l’economia nel 2020 ha avuto un cambiamento repentino, è sorprendente che sia stata in grado di continuare a funzionare così come ha fatto.

L’intero anno è stato fondamentalmente un esperimento economico e molti dei risultati sono stati controintuitivi a ciò che la maggior parte delle persone si aspetta da una recessione economica che rasenta una depressione.

Questa settimana la Fed di New York ha pubblicato i dati trimestrali sul debito delle famiglie. Il secondo trimestre dell’anno ha visto effettivamente diminuire il debito delle famiglie, ed è la prima volta dal 2014.

Certo, è ancora molto debito, ma il fatto che i consumatori siano stati in grado di riparare i loro bilanci in mezzo a tassi di disoccupazione a due cifre e la peggiore stampa trimestrale del PIL dalla Grande Depressione sarebbe stato insondabile nelle recessioni precedenti.

Ora guarda lo stato di insolvenza del debito delle famiglie:

È diminuito di oltre l’1% rispetto allo stesso periodo nel 2019 ed è il più basso mai registrato dal 2003.

Ora controlla cosa sta succedendo al debito della carta di credito (tramite WSJ):

Il debito della carta di credito è sorprendentemente diminuito da marzo a giugno, così come la percentuale di fatture della carta di credito scadute. Nessuno avrebbe potuto prevedere che ciò sarebbe accaduto durante una delle peggiori contrazioni economiche mai viste.

O che ne dici del tasso di risparmio personale che per breve tempo è salito a ben oltre il 30% e rimane estremamente alto:

Il mercato immobiliare è stato molto attivo dopo un iniziale rallentamento durante la quarantena:

Ho recentemente parlato dell’aumento della speculazione nel mercato azionario degli ultimi mesi. Ecco un breve riepilogo da CNBC:

TD Ameritrade ha detto martedì di aver aggiunto la cifra record di 661.000 nuovi account retail finanziati nel secondo trimestre, superando i 608.000 nuovi account durante il primo trimestre. Il broker, che dovrebbe essere acquisito da Charles Schwab, ha anche registrato un record di 3,4 milioni di scambi di ricavi medi giornalieri, più di quattro volte i livelli dello scorso anno e il 62% in più rispetto al trimestre precedente.

I principali broker online – Charles Schwab, TD Ameritrade, E-Trade, Interactive Brokers e Robinhood – hanno visto nuovi conti e attività di trading impennarsi quest’anno durante la recessione del coronavirus. Il settore dell’intermediazione ha registrato un’ondata di nuovi piccoli investitori che hanno visto il mercato in rotta e il successivo rimbalzo come un’opportunità di acquisto.

Il mercato azionario è anche solo all’1% dai massimi storici:

Tutti ora sanno perché sono successe queste cose.

Il governo ha inondato il sistema di soldi e le persone li hanno spesi, salvati o investiti nel mercato azionario. Puoi vedere l’enorme aumento del reddito personale ad aprile. Un nuovo evento senza precedenti:

Ora guarda l’enorme aumento dei salari dovuto all’aumento dei sussidi di disoccupazione:

Con il senno di poi, è facile sottolineare perché stanno accadendo tutte queste cose. Stimoli fiscali e monetari come quelli che non abbiamo mai visto sono stati scatenati a tempo di record.

Ma nessuno prevedeva quanto bene questi programmi avrebbero funzionato in termini di impatto sul consumatore o sulla miccia accesa per gli speculatori in borsa.

C’erano molte più persone che prevedevano una ripetizione del 1929 nel marzo del 1999, ma eccoci qui.

E sebbene la risposta del governo non sia stata perfetta, il fatto che l’economia in molti luoghi stia andando molto meglio di quanto chiunque avrebbe potuto immaginare 4-5 mesi fa potrebbe avere implicazioni di vasta portata per la politica futura.

È possibile che tutta questa spesa pubblica sia una tantum a causa della natura di questa recessione. Questa è stata la prima recessione nella storia in cui tutti sapevano il momento esatto in cui è iniziata. La natura telegrafata e gli arresti hanno costretto i funzionari del governo ad agire.

Ma è difficile credere che gli elettori non spingano i politici a mettere in atto ulteriori pacchetti di salvataggio fiscale in futuro. Se il governo può fermare una depressione sul nascere, perché non dovrebbe farlo durante le future recessioni?

Nessuno conosce le conseguenze involontarie di questo tipo di politiche che vanno avanti, ma è certo che il 2020 segnerà un punto di svolta nel modo in cui guarderemo le crisi economiche in futuro.

E indipendentemente dalle implicazioni politiche, questa rimarrà la più strana recessione mai vista.

2 commenti su “La recessione più controintuitiva di sempre”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *