• Sab. Ott 1st, 2022
idroelettrico

Alcuni studi hanno rilevato che molti degli impianti idroelettrici nel mondo sono progettati male. L’impatto ambientale dell’idroelettrico in questi casi non è così basso come molti credono. I problemi dell’idroelettrico sono molteplici, ora ne vedremo alcuni.

Il funzionamento

L’energia idroelettrica viene ricavata dal corso di fiumi e di laghi grazie alla creazione di dighe e di condotte forzate. Esistono vari tipi di centrale: nelle centrali a salto si sfruttano grandi altezze di caduta disponibili nelle regioni montane. Nelle centrali ad acqua fluente si utilizzano invece grandi masse di acqua fluviale che superano piccoli dislivelli.

condutture idroelettrico

L’acqua di un lago o di un bacino artificiale scorre attraverso le condutture fino a valle. L’energia meccanica viene poi trasformata attraverso il generatore elettrico, grazie al fenomeno dell’induzione elettromagnetica, in energia elettrica.

I problemi

I problemi dell’idroelettrico nascono da un’errata valutazione del loro impatto ambientale. Secondo la ricerca, la maggior parte degli studi sull’impatto climatico dell’energia idroelettrica ha trascurato alcuni fattori. Non si possono valutare gli impatti su un arco temporale di 100 anni, usando come unità di misura quello che accade in un anno. Questo tipo di analisi, trascurerebbe gli impatti a breve termine dell’energia idroelettrica, soprattutto per quanto riguarda le emissioni di metano.

Il problema, infatti, nasce quando – a fronte di una maggiore richiesta di elettricità e dunque di acqua – il livello dell’acqua negli invasi a monte delle dighe scende. Questo abbassamento fa in modo che i sedimenti sul fondo si riscaldino, favorendo l’attività microbiotica che rilascia metano in atmosfera. Secondo lo studio, oltre alle emissioni di metano, le ricerche avrebbero omesso anche le emissioni di anidride carbonica associate allo sviluppo iniziale degli impianti.

Ovviamente questo ragionamento si applica caso per caso ai singoli impianti, per cui occorre una valutazione specifica per determinare l’impatto ambientale. Non tutti gli impianti idroelettrici danneggiano l’ambiente in modo significativo. La maggior parte ha un impatto che si avvicina a quello dell’eolico e del solare, ma raramente lo raggiunge. Quasi tutte le centrali idroelettriche sono meglio di quelle a combustibili fossili, a parità di potenza. Purtroppo però siamo ancora dipendenti da questi ultimi, perchè garantiscono una produzione di energia molto alta con costi relativamente bassi.

Come limitare i combustibili fossili?

Bisogna innanzitutto dire che il petrolio e il gas naturale sono risorse limitate, perciò il loro prezzo crescerà gradualmente e diverranno sempre meno convenienti. Inoltre l’impatto ambientale ha dei costi, che contribuiscono a svalutare sempre più i combustibili fossili.

Per quanto riguarda le energie rinnovabili, l’idroelettrico non sembra destinato ad essere un buon candidato per sopperire al fabbisogno mondiale. Tuttavia, eolico e soprattutto solare, al momento sembrano la soluzione più conveniente nel lungo periodo.

Per approfondire:

https://www.rinnovabili.it/energia/idroelettrico/energia-idroelettrica-clima/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *