• Ven. Lug 1st, 2022

I millennials non riescono più a risparmiare

DiPaolo Castellani

Mar 27, 2022

I millennials non riescono più a risparmiare. Secondo un nuovo sondaggio condotto da Bloomberg, quasi la metà dei millennials americani afferma di vivere “di stipendio in stipendio”, con un aumento di 6 punti percentuali rispetto all’anno precedente.

E con così pochi soldi da spendere, i lavoratori fra i 20 e i 35 anni, sentono di non poter gestire una spesa finanziaria inaspettata. Solo il 28% ha dichiarato di essere preparato per un imprevisto, in calo di 4 punti percentuali rispetto all’anno precedente. Il sondaggio citato ad inizio articolo è stato condotto ad ottobre dall’AgingWell Hub presso il Business for Impact della Georgetown University, in collaborazione con Bank of America.

Disclaimer

Le prospettive di peggioramento potrebbero essere dovute al fatto che buona parte dei giovani emancipati, che sono tornati a vivere con i genitori all’inizio della pandemia, si stavano trasferendo di nuovo quando è stato condotto il sondaggio e hanno dovuto affrontare spese quotidiane come l’affitto, ha affermato Jeanne de Cervens, direttrice dell’AgingWell Hub. Ha anche sottolineato che c’è stato un aumento dei casi di Covid quando è stato condotto il sondaggio, il che potrebbe aver influito sull’ottimismo degli intervistati.

Prospettive diverse

I millennial si sentono in difficoltà finanziarie proprio alla stessa età in cui le generazioni precedenti avrebbero raggiunto grandi traguardi come sposarsi, avere figli o acquistare una casa. La maggior parte ha molti più debiti studenteschi dei genitori e l’ingresso dei millennial più anziani nel mercato del lavoro ha coinciso con la dolorosa crisi finanziaria del 2008.

Ad ogni modo ci sono anche aspetti positivi emersi dal sondaggio. Grazie in parte a programmi come l’indennità di disoccupazione e l’assistenza per l’affitto, i millennial intervistati hanno affermato che stavano facendo progressi nel ripagare debiti scolastici (44%), fare e rispettare un budget (33%) e diminuire l’uso di carte di credito (43%).

Tuttavia, solo il 30% sta adottando misure per risparmiare per la pensione. E solo il 32% dei millennial ha affermato che le affermazioni “Posso godermi la vita grazie al modo in cui gestisco i miei soldi”; “Mi sto assicurando il mio futuro finanziario” potevano descrivere la loro situazione nel 2021.

Mammoni

I millennial sovente fanno affidamento sui loro genitori trattandoli alla stregua di “bancomat”, ma la crisi economica degli ultimi mesi e i continui rincari al prezzo di beni necessari come la benzina o il gas hanno influenzato la quantità di sostegno che le loro famiglie potrebbero fornire, secondo Surya Kolluri, amministratore delegato del gruppo di ricerca e approfondimenti nell’ambito “pensionamento” di Bank of America.

“Pochissimi giovani hanno detto di aver parlato con i loro genitori di soldi e di avere ben chiara la situazione finanziaria dei loro genitori”, ha detto de Cervens.

In generale le prospettive finanziare erano più positive tra le minoranze razziali ed etniche e i millennial maschi. Se il 48% di tutti i millennial ha affermato di vivere di stipendio in stipendio, solo il 29% dei millennial asiatici ha affermato di trovarsi in questa situazione. E mentre il 39% di tutti i millennial intervistati pensa che godrà di una vita migliore rispetto ai propri genitori, quella percentuale sale al 43% tra gli uomini, al 52% per i millennial neri/afroamericani e al 47% per i millennial ispanici/latini.

E le donne se la passano anche peggio…

Solo il 29% delle donne intervistate ha dichiarato di avere dei soldi rimasti alla fine del mese e solo il 21% ha convenuto di poter affrontare una spesa inaspettata. Per gli uomini, queste percentuali erano rispettivamente del 42% e del 35%.

Paolo Castellani

“I millennials non riescono più a risparmiare”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *