• Sab. Ott 1st, 2022
I 5 migliori Exchange di crypto 2022

I 5 migliori Exchange di crypto 2022. Ad oggi esistono centinaia di exchange, solo sulla lista di coinmarketcap ce ne sono oltre 300. In mezzo a questi troviamo exchange decentralizzati o che non hanno la possibilità di tradare derivati. In questo articolo proponiamo i 5 migliori exchange in circolazione considerando i servizi che offrono, la sicurezza e l’affidabilità.

I 5 migliori Exchange di crypto 2022:

  • KuCoin
  • Crypto.com
  • Coinbase
  • FTX
  • Binance
--> Leggi anche: Blockchain, quali sono le principali applicazioni?

5. KuCoin

KuCoin è uno degli exchange più utilizzati in Italia. Anche se è la meno conosciuta di questa lista è una piattaforma completa. La sua grafica accattivante e la sua intuitività l’hanno resa famosa. Al suo interno possiamo comprare e vendere le valute che preferiamo. È possibile anche operare sul mercato dei derivati e quindi aprire posizioni in leva sia long che short. Per quanto riguarda i trade è presente anche la sezione P2P dove gli utenti possono scambiare i loro token con altri utenti.
Come in tutte le più grandi piattaforme è presente una sezione dedicata all’earn, ovvero ottenere una rendita sui token che si holdano. Si ha la possibilità di fare dei prestiti, di mettere in stacking i token oppure di aggiungere liquidità alle sue pools.
È presente anche una sezione dedicata al lancio di nuove collezioni di NFT.

I depositi su questa piattaforma sono abbastanza costosi. Infatti per acquistare crypto, oltre a pagare tasse che possono superare il 10%, non si possono utilizzare bonifici ma solo mezzi specifici che propone la piattaforma. C’è una scorciatoia: si possono mandare token da altri exchange o wuallet a KuCoin attraverso le varie reti, come ERC20, in questo modo le tasse da pagare sono molto ridotte. Per quanto riguarda le commissioni per ogni operazione, esse ammontano allo 0,1%. Attenzione a quando si preleva potrebbero esserci delle commissioni extra.

4. Crypto.com

Crypto.com è una delle piattaforme più amate e odiate dagli utenti. Grazie alla sua strepitosa campagna marketing si è diffusa rapidamente. Molti hanno scelto questo exchange per i vantaggi che una volta c’erano per gli holder di CRO, la valuta nativa di crypto.com. I cashback per queste persone arrivavano a oltre l’8%. Recentemente c’è stato un grande taglio su queste ricompense. Molti hanno odiato questa scelta, altri l’hanno approvata specialmente perché in questo modo si andrà a ridurre la supply di CRO emessa ogni anno e il token può avere una crescita e una stabilità più solida.
Per quanto riguarda le fees sempre recentemente sono cambiate. Fino a poco tempo fa il deposito via bonifico era gratuito ora come su Binance c’è una commissione di 1 euro. Per le commissioni relative alle operazioni variano drasticamente e passano dallo 0,4% allo 0,1% a seconda del volume delle nostre transazioni.

Molto interessante la sezione supercharge che permette di mettere a rendimento i propri token con APY fuori di testa. È presente anche una normale sezione earn con dei rendimenti nella media.

3. Coinbase

Coinbase è stata una delle prime piattaforme a permettere agli utenti di comprare e vendere cryptovalute in maniera semplice e veloce. Attualmente rimane uno dei migliori exchange anche se con qualche piccolo riguardo.

Le commissioni per il deposito tramite bonifico ammontano allo 1,49% per i depositi superiori a 200 euro altrimenti variano tra i 0,99 euro e i 2,99 euro a seconda dell’importo. Quelle tramite carta invece sono del 3,99%, una cifra decisamente alta. Per i prelievi invece è estremamente competitivo, infatti permette il ritiro tramite bonifico pagando solo 0,15 euro. Interessante la sezione impara e guadagna che mette a disposizione dove gli utenti possono studiare il mondo delle cypto e allo stesso momento guadagnare delle piccole cifre.

2. FTX

FTX supporta i depositi attraverso bonifico gratuiti mentre per quelli tramite carta bisogna pagare una tassa pari al 2%. Oltre a fornire la possibilità di comprare e holdare i token FTX permette di fare trading anche su future e quindi di poter aprire posizioni sia long che short. La commissione per ogni operazione è dello 0,07%, in linea con gli altri concorrenti.

All’interno della piattaforma è presente una sezione dedicata allo stacking, una agli NFT, una ai finanziamenti e occasionalmente vengono lanciati dei progetti nella sezione IEOs. Per tutti gli utenti è possibile entrare in lista d’attesa per richiedere la carta di FTX con cui sarà possibile effettuare pagamenti nella vita di tutti i giorni.
FTX è insieme a KuCoin la piattaforma più utilizzata dai trader di derivati.

1. Binance

Binance è la piattaforma più famosa e utilizzata al mondo. Questo exchange ha un solo piccolo difetto (e a causa di questo molte persone scelgono altre piattaforme): non si può operare nel mercato dei futures, almeno non nel nostro Paese. L’unica operatività concessa è quella relativa al wallet spot, ovvero compravendita di valute senza utilizzo di leva finanziaria e con la possibilità di aprire solo posizioni long.
Nonostante questa mancanza (solo per alcuni Paesi tra cui l’Italia) Binance è la migliore piattaforma per tutti gli holder. La sua diffusione è merito dei servizi che offre che spaziano in tutti i settori.

La sezione earn di Binance è invidiata e copiata da tante altre piattaforme, specialmente per le offerte che propone periodicamente. I suoi APY per lo stacking sono molto competitivi. Unica pecca: i prodotti che offre sono spesso limitati, come il 10% di APY su BUSD limitato a 2000 token.

Molto interessante su Binance la sua valuta e blockchain nativa, BSC con il suo token BNB. BSC è una chain capace di supportare dApp. Tra le sue applicazioni più famose abbiamo per esempio pancakeswap.
Binance si è buttato anche nel mondo degli NFT con una nuova sezione. Molto frequentemente vengono rilasciate nuove collezioni e chi partecipa al lancio ottiene degli sconti discreti.
Una delle chicche di Binance è proprio la sua carta di credito. Essa è collegata al tuo conto finanziamento, quindi non va ad intaccare le posizioni aperte, ed ha un cashback incrementale a seconda di quanti BNB possiedi.

Per quanto riguarda la sicurezza è uno degli exchange più affermati ed utilizzati e grazie alla sua grande liquidità i tuoi conti sono al sicuro dall’insolvenza. Come molte delle altre piattaforme permette di avere l’autentificazione a 2 fattori per accedere al conto, il che da maggiore sicurezza a tutti noi utenti.

Tutte le commissioni di Binance sono basse, specialmente se a confronto con quelle della concorrenza. Per depositare via bonifico la tassa è di solo 1 euro mentre via carta la tassa è dell’1,8% dell’importo totale. La tassa per ogni operazione invece ammonta allo 0,1%.

Fonte: coinmarketcap

“I 5 migliori Exchange di crypto 2022”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *