• Lun. Dic 5th, 2022

Hedy Lamarr, la star di Hollywood che rivoluzionò le comunicazioni wireless

Hedy Lamarr

Di origine ebrea-austriaca, la bellissima attrice Hedy Lamarr sbarca in America nel 1937, in fuga dal nazismo, per proseguire la sua già brillante carriera. Da ex-studentessa di ingegneria, negli anni ’40 sviluppa un sistema geniale per suddividere lo spettro di frequenze di un segnale in più canali. Questa tecnologia è oggi alla base del funzionamento delle reti mobili.

della stessa categoria: storie di successo

L’idea per il progetto:

La comunità austriaca di Los Angeles si mobilita contro il nazismo. Come gli altri, anche Hedy Lamarr (Hedwig Eva Maria Kiesler) ha bisogno di far dimenticare al pubblico cinematografico la propria origine. Lei, che ha alle spalle studi di ingegneria abbandonati per il cinema, è ossessionata da discorsi ascoltati a casa del primo marito Fritz Mandl. Ha intenzione di sfruttare informazioni che si scambiavano a proposito di un metodo per teleguidare ordigni, ma non sa come fare finché non incontra casualmente il compositore George Antheil.

Antheil è subito colpito da Hedy:

«Le mie pupille sembravano scoppiare, ma non riuscivo a distogliere lo sguardo. Davanti a me c’era indubbiamente la donna più bella della terra. La maggior parte delle dive dello schermo non appaiono così belle quando le vedi in carne e ossa. Ma questa era infinitamente più bella che sullo schermo.»
(George Antheil)

Hedy scarabocchia il proprio numero di telefono con il rossetto sul parabrezza di Antheil. Fra i due s’instaura un’amicizia molto affiatata. L’interesse iniziale dell’attrice potrebbe essere dovuto al fatto che lui le rivela di essere stato ispettore federale per il Ministero dei Rifornimenti e Approvvigionamenti. Lo porta a casa sua, lui si stupisce di trovare quantità di libri “illeggibili” e tavoli pieni di disegni tecnici.

Il brevetto Kiesler/Antheil

Hedy sta lavorando a un’idea molto particolare: contrastare i segnali trasmessi dal nemico nel tentativo di bloccare i segnali radio per il telecontrollo, ad esempio, di un siluro. Antheil dovrà mantenere i contatti con il National Inventor’s Council fondato nell’agosto 1940 su impulso del Presidente Roosevelt. Egli interviene anche sul progetto stesso, proponendo una versione tecnologica della banda perforata che si usa nella pianola meccanica, che permetta una rapida variazione di frequenza. Nella fattispecie, 88 frequenze, come i tasti del pianoforte. Questa tecnologia fu in seguito denominata frequency-hopping spread spectrum.

Il 10 giugno 1941 i due presentano il progetto del Secret Communication System all’approvazione dell’ufficio brevetti. Un membro dell’Inventor’s Council lascia trapelare la notizia alla stampa, per sfruttare a fini propagandistici il nome di Hedy Lamarr.

L’11 agosto 1942 viene concesso il brevetto n. 2.292.387 a Hedy Kiesler Markey e George Antheil. Tuttavia l’Inventor’s Council non sembra propenso ad accettare un dispositivo bellico inventato da una diva del cinema, per di più austriaca. È ancora il tempo delle valvole termoioniche (i transistor sarebbero arrivati solo diversi anni dopo). Così il progetto non suscita grandi entusiasmi e viene bocciato dalla marina militare statunitense, che ne ritiene impraticabile l’installazione a bordo di un siluro. L’invenzione cade nel dimenticatoio.

Un secondo tentativo

I due presentano un secondo progetto per un missile antiaereo che esploda automaticamente in prossimità dell’obiettivo, non solo quando lo colpisce. Questo per ovviare al fatto che spesso il bersaglio viene mancato; ma desta nell’Inventor’s Council un interesse ancora minore del Secret Communication System.

La rivincita di Hedy e Antheil

Nel 1985 viene tolta la qualifica di segreto militare al sistema basato sul brevetto Kiesler/Antheil, proprio nel momento in cui è in pieno sviluppo la telefonia cellulare che ha bisogno di uno standard tecnologico. Il concetto cardine di suddivisione di un ampio campo di frequenze in più canali trova oggi numerose applicazioni. Non solo nella crittografia o in scopi militari, ma anche nella telefonia mobile e nei sistemi informatici wireless.

Da allora sono stati registrati oltre 1200 brevetti riguardanti la tecnologia spread spectrum. Dal momento in cui si solleva il segreto militare sul suo brevetto negli anni quaranta, la notizia si diffonde e cominciano a moltiplicarsi i riconoscimenti. Ad esempio la medaglia Kaplan, la più prestigiosa onorificenza austriaca per un inventore, nell’ottobre 1998. Ma a 84 anni Hedy non è più in grado di recarsi a Vienna per ritirarla. In suo onore, il 9 novembre (data del suo compleanno) viene proclamato Giornata dell’Inventore in Germania, Austria e Svizzera.

Hedy Lamarr muore per attacco cardiaco la notte del 19 gennaio 2000 davanti alla televisione, con una maschera per gli occhi sulla fronte. Assecondandone la volontà, il figlio Anthony Loder porta in Austria le sue ceneri e le disperde nella Selva Viennese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

pg slot pg slot