• Lun. Dic 5th, 2022

Guida eToro: le tipologie di conti di trading

Come promesso ecco il primo capitolo della guida su eToro. In questo articolo parleremo dei varie tipologie di conto di trading. Infatti eToro mette a disposizione diversi tipi di conti di trading e per ognuno di essi può cambiare il modo in cui il trader opera sul mercato. Per questo è importante che il trader comprenda le caratteristiche di ciascuna tipologia prima di procedere con l’apertura di conto.

Conto demo o di pratica

Un conto demo o di pratica permette agli investitori di fare trading senza usare i propri soldi. Ai trader vengono generalmente forniti dei soldi virtuali con i quali è possibile operare. Questi conti permettono agli investitori di fare trading in condizioni reali di mercato senza rischiare in prima persona. Gli esperti suggeriscono ai trader alle prime armi di aprire un conto di prova prima di iniziare a fare trading con soldi reali.

Conto mini o mini account

Un conto mini è una versione più piccola di un conto reale di trading. Questo tipo di conto permette agli investitori di fare trading con soli 10.000 lotti invece dei 100.000 lotti standard. Questo comporta che una variazione di 1 pip in un conto mini equivale ad $1, rispetto ai $10 di un conto standard. Questa rappresenta una buona soluzione per i trader principianti che vogliono iniziare a fare trading con soldi reali, ma vogliono allo stesso tempo limitare i rischi.

Conto cash

Un conto cash è un tipo di conto base per il trading valutario. Con un conto cash, gli investitori non possono inserire un ordine se non hanno fondi sufficienti nel proprio conto per poter pagare l’operazione. I trader devono depositare un importo sufficiente di denaro nel proprio conto cash prima di poter fare trading. Questo conto si distingue dal conto a margine, in quanto con un conto a margine gli investitori possono inserire delle operazioni con un costo superiore ai fondi disponibili sul conto.

Conto a margine

Come indicato, un conto a margine permette agli investitori di fare trading per un controvalore superiore al saldo del proprio conto. Per poterlo fare, gli investitori chiedono in pratica un prestito al broker per l’importo necessario per completare l’operazione. Per esempio, se un trader ha un saldo sul conto di $15.000 e riceve un margine del 100%, il trader avrà $30.000 a disposizione per fare trading. I conti a margine sono necessari per i trader che operano su opzioni di azioni o vendite allo scoperto. Ciononostante, i conti a margine possono essere rischiosi, in quanto se uno scambio non ha successo il trader rimane responsabile per i soldi presi in prestito dal broker.

Ora che vi abbiamo spiegato i vari tipi di conti eToro, non esitate a scegliere quello che fa al caso vostro: un conto demo se siete ancora insicuri oppure un conto cash se avete già raffinato le vostre abilità di trading con eToro. Qualunque sia la vostra situazione non esitate ad iscrivervi e a fare un po’ di pratica: https://partners.etoro.com/B315_A91085_TClick_SCepab.aspx Ci rivediamo la prossima settimana con il prossimo capitolo della guida su eToro! Per non perderlo iscriviti alla nostra newsletter!

Simone Fezzuoglio

1 commento su “Guida eToro: le tipologie di conti di trading”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

pg slot pg slot