• Lun. Dic 5th, 2022

Grazie a Virgin Galactic chiunque (o quasi) potrà viaggiare nello spazio

DiPaolo Castellani

Feb 20, 2022

Grazie a Virgin Galactic chiunque (o quasi) potrà viaggiare nello spazio. Virgin Galactic ha annunciato martedì l’apertura della vendita di biglietti per lo spazio a chiunque (più o meno). Già, più o meno, perchè il costo rimarrà per la maggior parte di noi comuni mortali proibitivo: si parla di circa $ 450.000 dollari per andata e ritorno.

Le prenotazioni hanno aperto già lo scorso 16 febbraio tramite un sistema che obbliga i potenziali a pagare un deposito precauzionale di $ 150.000 dollari per mantenere il posto vista la folle ressa di acquirenti interessati ai viaggi spaziali. I biglietti disponibili, per di più, saranno solo 1.000. Gli Shuttle decolleranno da “Spaceport America” nel New Mexico e i viaggi dureranno non più di 90 minuti, per darvi una misura del costo, si pagheranno $5.000 dollari per ogni minuto nello spazio, $83 dollari al secondo…

Intanto le azioni sono salite alle stelle

Nel frattempo, come era facilmente pronosticabile, le azioni della società aerospaziale britannico-americana Virgin Galactic sono salite alle stelle dopo l’annuncio dell’apertura a chiunque della vendita dei tagliandi. Virgin Galactic è salito fino al 33% martedì 15 febbraio raggiungendo il massimo mensile di 10,91 dollari.

Attenzione però, “una rondine non fa primavera”. Le azioni di Virgin Galactic infatti risultano ben al di sotto del massimo storico di giugno 2021 di 57,51 dollari, quando gli investitori sono entrati nel titolo in attesa dello storico primo viaggio di Branson nello spazio. Anche gli analisti non sono molto ottimisti sulla società spaziale sostenuta dal miliardario Richard Branson. L’analista di Bernstein Douglas Harned ha abbassato il suo obiettivo sulle azioni dell’azienda dai 22 dollari della scorsa settimana a 10 dollari, avvertendo che non si aspetta che l’azienda raggiungerà l’agognato pareggio di bilancio fino al 2027.

Lo spazio è merce dei miliardari

Lo spazio è ormai merce e mercè dei miliardari più ricchi del globo che si stanno adoperando per portare alle masse il sogno dello spazio. Chi da bambino non ha sognato di poter replicare le gesta straordinarie degli astronauti americani, di poter ammirare la Terra dall’alto nella sua (dicono) irresistibile bellezza? Nessuno, o se è il vostro caso fareste meglio a sparire dalla Cepab, e perciò l’occasione di business è sicuramente ghiotta.

Con il suo annuncio difatti, Virgin Galactic si unisce a un gruppo di aziende fondate da miliardari in concorrenza per portare persone nello spazio. A settembre, SpaceX, fondata da Elon Musk, ha fatto la storia con la prima troupe tutta civile, lanciando l’imprenditore miliardario Jared Isaacman nello spazio a un prezzo sconosciuto. Il fondatore di Amazon Jeff Bezos ha affermato che la sua Blue Origin ha guadagnato quasi 100 milioni di dollari dalla vendita di biglietti. Chissà chi nel futuro più prossimo avrà la meglio…

Paolo Castellani

“Grazie a Virgin Galactic chiunque (o quasi) potrà viaggiare nello spazio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

pg slot pg slot