• Lun. Dic 5th, 2022

Biden e cambiamenti climatici, ora gli USA tornano competitivi

Joe Biden insieme a Obama

Dopo i numerosi tagli dell’amministrazione Trump ai fondi e alle leggi per i cambiamenti climatici, gli USA con Joe Biden rientrano negli accordi di Parigi e possono sperare in un futuro green. Nel 2015 ben 200 paesi hanno aderito agli accordi di Parigi, che puntano a contenere il riscaldamento globale entro i 2°C da qui al 2100.

Se il mondo vuole sperare di mantenere il riscaldamento globale entro i 2 gradi Celsius, non può prescindere dall’aiuto degli Stati Uniti, che per emissioni rappresentano la seconda forza mondiale. Joe Biden deve recuperare il tempo perduto, in quanto con Trump e la sua scellerata retromarcia sulle questioni climatiche, si è perso molto tempo. Entro il 2035 i tagli di Trump potrebbero immettere nell’atmosfera, secondo le stime, 1,8 miliardi di tonnellate equivalenti di CO2. I cambiamenti climatici sono un problema complesso, che non va sottovalutato: ormai tutta la comunità scientifica concorda su quersto punto. C’è perciò molto lavoro da fare per Biden.

Joe Biden e clima, giusto in tempo per ricominciare

Tra i compiti fondamentali che Joe Biden dovrà assolvere ci sono:

  • la transizione verso le energie rinnovabili
  • le leggi sui trasporti (passaggio all’elettrico)
  • la limitazione dei dannosi gas IFC
  • le emissioni di metano (derivanti da perdite e allevamenti)
  • la regolamentazione dell’industria del cibo

Con l’amministrazione Obama si erano fatti dei grandi passi in avanti in questo senso, ma poi Trump ha in parte messo i bastoni fra le ruote all’intero sistema. Biden ora non ha molto tempo per agire, infatti i primi provvedimenti stanno arrivando proprio in questo periodo, per cercare di dare un segnale, una scossa all’industria americana.

Molte industrie dei trasporti hanno continuato ad investire nell’elettrico, nonostante tutto, per essere avvantaggiate ora che l’obbiettivo è arrivare a zero emissioni nette entro il 2035. Un traguardo molto ambizioso, certo, ma necessario per la sopravvivenza delle generazioni future. Inoltre lo stato federale sta pensando di stanziare fondi corposi per dare una spinta nuova ad alcuni settori che, poco a poco, si stanno arenando.

Cosa farà Joe Biden per i cambiamenti climatici?

Tra i compiti fondamentali che Joe Biden dovrà assolvere ci sono la transizione verso le energie rinnovabili, le leggi sui trasporti (passaggio all’elettrico), la limitazione dei dannosi gas IFC e delle emissioni di metano e la regolamentazione dell’industria del cibo.

Per approfondire:

Le Scienze, n°632, Le quattro priorità scientifiche di Joe Biden

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

pg slot pg slot