• Ven. Lug 1st, 2022

Bitcoin Revolution: a El Salvador la criptovaluta diventa moneta legale.

La bitcoin revolution è iniziata: nonostante che proteste violente, problemi tecnici e un crollo del valore hanno segnato il primo giorno di un cambiamento epocale. Il giorno in cui El Salvador ha adottato Bitcoin come moneta a corso legale.
Sfortunatamente proprio martedì, il prezzo di Bitcoin è crollato al minimo in quasi un mese, passando da $ 52.000 a meno di $ 43.000 a un certo punto.
Un politico dell’opposizione ha affermato che la caduta ha fatto perdere 3 milioni di dollari a uno dei paesi più poveri dell’America Latina.
Il lancio del bitcoin in El Salvador era lontano da ciò che il presidente Nayib Bukele avrebbe previsto
quando ha iniziato il suo audace esperimento.


Piattaforme come Apple e Huawei non offrivano il portafoglio digitale sostenuto dal governo, noto come
Chivo, e i server dovevano essere messi offline dopo che non riuscivano a tenere il passo con le registrazioni degli utenti. Ma, con il passare della giornata, Chivo ha iniziato ad apparire su più piattaforme ed è stato accettato da compagnie
del calibro di Starbucks e McDonald’s.
Il governo ha persino dato ai salvadoregni $ 30 ciascuno di Bitcoin per incoraggiarne l’adozione. Economisti affermano che bitcoin potrebbe far risparmiare al paese 400 milioni di dollari all’anno in commissioni di transazione sui fondi inviati
dall’estero.
Tuttavia, utilizzando i dati della Banca Mondiale e del governo, si calcola che questo dato sia più vicino a 170 milioni di dollari.
“Dobbiamo rompere i paradigmi del passato”, ha twittato il presidente Bukele. “El Salvador ha il
diritto di avanzare verso il futuro”.

Il presidente di El Salvador Nayib Bukele si è rivolto al paese a giugno per parlare del suo piano di moneta nazionale Bitcoin.
Ciò che non è stato un buon tempismo per El Salvador è stato il crollo che Bitcoin ha subito nel suo primo giorno come moneta a corso legale, scendendo del 20% a un certo punto.


“La maggior parte della popolazione sa molto poco delle criptovalute. Quello che sappiamo è che si tratta di un mercato molto volatile. Oggi questo fatto è diventato evidente.”
Wright Sol, politico di opposizione ha affermato che Bitcoin non era una valuta nazionale adatta ed è stato approvato in tutta fretta: “La legge sui Bitcoin è stata approvata in parlamento senza quasi alcun dibattito. Ci sono volute solo circa cinque ore per essere approvata.

I manifestanti temono che l’adozione di Bitcoin possa causare instabilità in uno dei paesi più poveri dell’America Latina
Il signor Wright Sol non è l’unico critico. Più di 1.000 manifestanti si sono radunati davanti alla corte suprema del paese, dove sono stati fatti partire fuochi d’artificio e sono stati bruciati pneumatici.
Oltre all’instabilità finanziaria, alcuni affermano che l’adozione di Bitcoin potrebbe alimentare transazioni illecite.
Fortunatamente non tutti la pensano così: alcuni commercianti, in pieno spirito imprenditoriale, hanno affermato: “Quando gli altri vedono una crisi, però, io vedo un’opportunità”. Ebbene non ci resta che sperare che la bitcoin revolution si diffonda in tutto il mondo, per liberarlo dall’oppressiva moneta cartacea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *