• Lun. Dic 5th, 2022

10 storie di successo di giovani imprenditori

Il termine imprenditore è associato al mondo del lavoro, fa venire in mente i grandi della finanza, uomini eccezionali che hanno preso in mano il proprio destino. Elon Musk, Jeff Bezos, e molti altri famosissimi imprenditori che hanno cambiato non solo la propria vita ma anche cambiato il mondo.

Sembra che alcuni escludano dal novero dei “veri imprenditori” coloro che gestiscono un’attività extra, secondaria rispetto al loro lavoro principale. Altri invece, attribuiscono al termine imprenditore un’accezione più ampia, considerando tale chiunque avvii una nuova impresa, grande o piccola che sia. E non scordiamo di menzionare l’attitudine imprenditoriale che molti hanno senza possedere un’impresa. Qualità che, del resto, molte aziende ricercano nel personale da assumere.

Ispirati dalla famiglia, dagli eventi o dalla voglia di divertirsi, questi giovani imprenditori si sono proposti di affrontare il mondo degli affari.

Hart Main

All’età di 13 anni, Hart Main ha avuto l’idea di creare candele profumate da uomo dopo aver preso in giro sua sorella, perché utilizzava e vendeva quelle profumate da ragazza. È stato solo quando Hart ha deciso di acquistare una bicicletta da 1.500 dollari che ha riconsiderato ciò che aveva suggerito per scherzo.

Hart e i suoi genitori hanno contribuito con importi nominali per iniziare l’attività e hanno lavorato insieme per sviluppare le candele, abilmente chiamate ManCan. Adottando un tema semplice e “maschile”, le candele ManCan, con fragranze disponibili tra cui Campfire, Bacon, Sawdust, Fresh Cut Grass e Grandpa’s Pipe, sono state realizzate utilizzando lattine di zuppa.

Le candele di Hart sono nei negozi di ogni stato, con vendite che superano le sei cifre all’anno.  Restituendo alla comunità, Hart dona parte di ogni vendita alle cucine in Ohio, Pennsylvania, West Virginia e Michigan.

Charlotte Fortin

Charlotte era una giovane diplomata che ha seguito le orme imprenditoriali di suo padre e suo nonno quando ha deciso di aprire la sua attività, Wound Up. Ispirato ad alcune piccole ed eclettiche boutique in California, Wound Up è stato aperto per essere un negozio di abbigliamento femminile rivolto a donne di età compresa tra 18 e 40 anni.

La merce del negozio include camicette, pantaloncini, gonne e vestiti. Fortin afferma che avviare un’attività l’ha spinta a crescere e a diventare molto più responsabile e consapevole.

Caine Monroy

Caine Monroy aveva solo nove anni quando ha lanciato la sua attività giochi di cartone improvvisata all’interno del negozio di ricambi auto di suo padre a East LA.  L’unico cliente del negozio, innamorato della geniale capacità di Caine di creare qualcosa dal nulla, ha deciso di diffondere la notizia con la speranza di raccogliere fondi per il college per Caine. Ha pubblicato un cortometraggio sui social media e presto l’attività di Caine’s Arcade è diventata famosa a livello internazionale, segnalata da agenzie di stampa come ABC World News, Good Morning America e MSNBC.

Il movimento ha generato più clienti di quelli che il negozio di ricambi auto potrebbe gestire, con attese di quattro ore o più.  Non si sa quanto ha guadagnato Caine’s Arcade, ma il fondo per la borsa di studio ha raccolto più di $ 200.000. Caine’s Arcade ha dato vita a un movimento, che ha portato alla creazione della Imagination Foundation, un’organizzazione senza scopo di lucro progettata per incoraggiare la creatività e l’imprenditorialità tra i bambini. Ancora più importante, Caine’s Arcade ha acceso uno spirito innovativo nei bambini di tutto il mondo. Inspirandoli a diventare altri giovani imprenditori.

Jack Kim

Jack Kim era un adolescente di Seattle quando ha fondato Benelab, un motore di ricerca che genera donazioni.  Kim ha creato motori di ricerca in precedenza e ha imparato rapidamente la potenza di un motore di ricerca nel generare entrate da poco traffico. Secondo Kim, la missione del motore di ricerca è “rendere la filantropia facile e più accessibile”.

Kim ha reclutato dei compagni di classe per far parte della sua squadra di “organizzazione no-profit con un’atmosfera da startup”. Tutti i ricavi pubblicitari di Benelab vengono donati in beneficenza, rendendolo il primo motore di ricerca a farlo.

Willow Tufano

Quando la Florida è stata duramente colpita dalla recessione e le case che una volta vendute per $ 100.000 venivano ora vendute alle aste per $ 12.000, l’allora quattordicenne Willow Tufano ha deciso di sfruttare l’opportunità per acquistare una casa.  Consultando la madre immobiliare, ha presentato l’idea di acquistare una casa, alla quale la madre ha risposto offrendo il suo pieno appoggio. Non a caso, Tufano non era estraneo al mondo del real estate. In precedenza ha fatto soldi ripulendo case abbandonate e vendendo proprietà rimanenti su Craigslist.

Con l’aiuto di sua madre, Willow ha comprato una casa per $ 12.000, l’ha ristrutturata e, in meno di un anno, l’ha affittata per $ 700 al mese. Questo è un impressionante periodo di ammortamento di circa 17 mesi.

Garrett Gee

Garrett Gee ha trasformato un’ipotesi fortunata in un’opportunità di business quando l’iPad 2 stava per uscire.  Poi uno studente universitario, Garrett ha immaginato che una volta uscito l’iPad 2, ci sarebbe stato presto un post sul blog da qualche parte che elencava le 10 migliori app per il dispositivo. Dopo aver riconosciuto che dovrebbero esserci software e app per codici QR più facili da usare e meno ingombranti, ha deciso di essere il primo a offrire un prodotto del genere adatto all’iPad 2.

Ha rapidamente messo l’iPad 2 nelle mani del suo sviluppatore iOS e, dopo due notti insonni, ha raggiunto il suo obiettivo. Anche la sua ipotesi sul post del blog era corretta. Grazie al suo duro lavoro, è arrivato in quella lista.

Ha reclutato due compagni di classe per lanciare Scan nel febbraio 2011. Dopo essere stato rifiutato dai venture capitalist Shark Tank, Scan ha ottenuto $ 7 milioni di finanziamenti da Entree.  Nel 2014, Gee ha venduto Scan to Snapchat per 54 milioni di dollari. 

Cameron Johnson

Cameron Johnson ha iniziato all’età di nove anni, creando inviti per le feste dei suoi genitori.  Due anni dopo, Johnson aveva guadagnato migliaia di dollari vendendo carte attraverso la sua compagnia chiamata Cheers and Tears. 

All’età di 12 anni, ha pagato $ 100 per i 30 Beanie Babies di sua sorella e li ha venduti su eBay per 10 volte quello che ha pagato. Ha quindi acquistato le bambole direttamente dal produttore e ha realizzato un profitto di $ 50.000 in meno di un anno. Ha usato quei soldi per avviare un’attività su Internet che ha fruttato $ 3.000 al mese in entrate pubblicitarie. All’età di 15 anni, aveva formato altre attività con un fatturato totale di $ 300.000 a $ 400.000 al mese.

Catherine Cook

La quindicenne Catherine Cook e suo fratello, di undici anni più di lei, stavano guardando un annuario e pensavano che sarebbe stata una buona idea costruire un sito web di social media basato su una versione online dell’annuario di una persona. Prendendo ispirazione da suo fratello, che aveva lanciato con successo le startup EssayEdge.com e ResumeEdge.com, ha fondato MyYearbook. Successivamente MyYearbook si è fuso con un sito supportato da pubblicità che consente agli utenti di pubblicare e completare quiz online.

Nel 2006, il sito ha raccolto 4,1 milioni di dollari in finanziamenti di capitale di rischio. Il sito ha rapidamente guadagnato notorietà, attirando milioni di visitatori, guadagnando milioni di membri e assicurando inserzionisti come Disney e ABC.

Ashley Qualls

Con soli 8 dollari Ashley Qualls ha iniziato il viaggio che l’ha portata a guadagnare più di $ 70.000 al mese di entrate. Quando MySpace era popolare, la gente si complimentava con Qualls per il design delle sue pagine di MySpace. Ha pubblicato i design online affinché le persone potessero acquistarli, e questo l’ha spinta a un fatturato di $ 70.000 al mese con sette milioni di visitatori mensili. Ha guadagnato così tanti soldi che ha abbandonato la scuola per dedicare il suo tempo ai suoi affari. Le sono stati offerti $ 1,5 milioni per la sua attività, ma ha rifiutato.

Fraser Doherty

All’età di 14 anni, Doherty ha iniziato a preparare marmellate dalle ricette di sua nonna. Quando la voce si è sparsa, ha iniziato a ricevere più ordini di quanti non avesse avuto il tempo di evadere. Abbandonò la scuola e affittò una fabbrica alcuni giorni al mese. Nel 2007, un supermercato di fascia alta del Regno Unito ha contattato Doherty per vendere le sue marmellate, portando i suoi prodotti a guadagnare spazio sugli scaffali in 184 negozi. Nel 2007, la sua azienda aveva venduto $ 750.000. Da allora, la sua azienda ha continuato a crescere in tutta Europa.

Che cos’è un giovane imprenditore?

Un giovane imprenditore è un bambino o un giovane adulto che si assume dei rischi per avviare e gestire un’impresa o che trova nuovi modi per fare affari meglio. Sono il tipo di persona che identifica e persegue le opportunità senza permettere che i rischi diventino barriere.

Come si diventa un giovane imprenditore?

Pensa a quali opportunità esistono che non sono state sfruttate, e considera il valore che potrebbe portare se le perseguissi. Potresti anche pensare a come puoi riutilizzare ciò che già esiste. Sviluppa un piano, indicando l’opportunità, la tua risposta all’opportunità e i tuoi piani da eseguire. Raccogli risorse, come denaro, manodopera e forniture, o chiedi aiuto a un adulto che può raccogliere queste risorse per te. Non abbiate paura di chiedere aiuto o di imparare da altri che hanno avuto successo nell’imprenditorialità. Soprattutto, non aver paura del fallimento. Usalo come una lezione di apprendimento e continua verso la tua missione.

Chi sono alcuni dei giovani imprenditori di maggior successo di oggi?

Forse uno dei giovani imprenditori più famosi e affermati è Mark Zuckerberg, che a 19 anni ha co-fondato Facebook (ora Meta). In cima alle classifiche c’è anche Dustin Moskovitz, co-fondatore di Facebook; ed Evan Spiegel e Bobby Murphy, co-fondatori di Snapchat. Non tutti i giovani imprenditori raggiungeranno lo status di Facebook o Snapchat, ma il successo è comunque raggiunto. Altri importanti giovani imprenditori di successo includono quelli che abbiamo evidenziato: Fraser Doherty, Ashley Qualls e altri.

Non c’è limite di età per essere un’imprenditore, anche un dodicenne pò diventarlo. Tuttavia, esiste un requisito di età per formare un’entità commerciale legale. Per legge si deve avere minimo 18 anni per creare un’entità commerciale. Fortunatamente, genitori e tutori possono presentare domanda per conto di figli minorenni.

È evidente dalle storie di questi giovani che l’imprenditorialità non è un’impresa valida per tutti. Implica credere nel potenziale delle idee e perseguirle oltre l’ideazione e lo sviluppo del concetto. Questi giovani imprenditori, ispirati dalla famiglia, dal mondo accademico, dalle tendenze sociali e dagli eventi, hanno una cosa in comune: hanno trovato un’opportunità e l’hanno colta. E questo è lo spirito dell’imprenditorialità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

pg slot pg slot